Tradizione e innovazione. Il pomodoro piacentino è mirabile sintesi di un’apparente contraddizione. In questo cortometraggio il racconto della filiera del pomodoro da industria è metafora dell’evoluzione di una provincia. La ragazza inglese figlia di emigrati che torna a scoprire le proprie origini è l’omaggio ai piacentini che si sono fatti onore nel mondo, la narrazione intorno alla tavola è l’occasione per valorizzare le eccellenze del patrimonio enogastronomico. Per arrivare a capire che il pomodoro piacentino non è il prodotto di un terreno, ma di un territorio.

 

La mission

Con il contributo fondamentale della FONDAZIONE DI PIACENZA E VIGEVANO, ATS ha deciso di realizzare un video promozionale che racconti il territorio piacentino, le sue produzioni agroalimentari; le risorse naturali e culturali; l’importanza della filiera del pomodoro (Piacenza è la prima provincia del Distretto del nord Italia, sia per quantità – 6 milioni di quintali – che per superficie coltivata); la sostenibilità ottenuta attraverso tecniche di agricoltura integrata che sono valse la certificazione QC della Regione e che contemplano un basso utilizzo di sostanze chimiche e di acqua; il forte legame storico tra il territorio e il pomodoro; l’attenzione ai valori umani e alle relazioni.

La Cravedi Produzione Immagini in associazione temporanea con il filmaker piacentino Massimo Albasi si è aggiudicata il bando pubblico con il progetto RITORNO ALLE ORIGINI.

Come richiesto, il cortometraggio è stato declinato in due versioni, una più breve e che definiremo “emozionale” e l’altra più lunga e completa, arricchita dal contributo degli esperti che hanno illustrato l’intera filiera del pomodoro da industria.

 

1 - Ritorno alle origini, il cortometraggio emozionale (durata 13 minuti)

La storia 

Emma, giovane ragazza di padre inglese e madre italiana interpretata da Arianna Turci, torna per la prima volta a Piacenza, per incontrare Giuseppe, lo zio materno, interpretato dall’attore piacentino Mauro Mozzani.

Arrivata nell’azienda agricola di famiglia, scopre di avere due cugini quasi coetanei, ma soprattutto si confronta con un mondo che nemmeno immaginava esistesse: Giuseppe infatti coltiva pomodori da industria, una delle eccellenze del territorio.

Una vecchia fotografia è il pretesto per il padrone di casa per raccontare alla nipote la storia della famiglia, strettamente intrecciata a quella del pomodoro. Una scelta narrativa che permette di utilizzare il video anche al di fuori delle occasioni istituzionali, rendendolo fruibile ad esempio anche agli alunni della scuola primaria, grazie ad una storia accattivante e dai tratti simpatici, ad un linguaggio facilmente comprensibile e all’idea di inserire le nozioni tecniche all’interno dei dialoghi.

La realizzazione

La lavorazione del cortometraggio è iniziata nei primi giorni di maggio 2015, con la scelta di un regista piacentino di grande esperienza come Andrea Canepari, insieme a cui la bozza iniziale di racconto si è trasformata in sceneggiatura.

La delicata fase della scrittura di sceneggiatura e dialoghi è avvenuta in stretto rapporto con il Tavolo del Pomodoro e con la preziosa consulenza di Gabriele Canali, professore dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, per avere la certezza di riuscire a trasmettere un messaggio chiaro ed esatto.

Sono stati individuati gli attori e le comparse, cercando di valorizzare per quanto possibile i professionisti locali, perché crediamo che fermamente che operazioni culturali come questa debbano essere, anche nella fase realizzativa, l’occasione per far crescere un territorio. In tutto alla lavorazione hanno contribuito a vario titolo oltre quaranta persone.

Le riprese sono state effettuate negli ultimi giorni di maggio: come location principale sono state scelte l'Azienda Agricola Caminata San Sisto di Gragnano Trebbiense per gli esterni e Palazzo Vignola a Fiorenzuola d'Arda per gli interni. Altre immagini sono state girate in Piazza Cavalli, in Piazza Sant'Antonino e a Bobbio.

 Nei primi giorni di giugno è iniziato il montaggio e la post produzione.

Le presentazioni

Il debutto di RITORNO ALLE ORIGINI è avvenuto con una conferenza stampa tenutasi il 12 giugno nel Salone di Palazzo Rota Pisaroni della Fondazione di Piacenza e Vigevano, alla presenza del Presidente Massimo Toscani e con gli interventi del Presidente di ATS Silvio Ferrari e del Consigliere della Fondazione Giorgio Milani.

Martedi 16 giugno il cortometraggio è stato presentato e proiettato nella Piazzetta Piacenza, lo spazio piacentino di Expo Milano 2015, in occasione della Settimana Mondiale del Pomodoro, alla presenza del Sottosegretario all’Economia Paola De Micheli, del Delegato Expo per la Provincia di Piacenza Alessandro Piva e del Preside della Facoltà di Agraria dell’Università Cattolica di Piacenza Lorenzo Morelli.

Il cortometraggio è stato inoltre presentato e proiettato, nella serata di sabato 25 luglio, in piazza a Podenzano, in occasione della 20° Fiera del Pomodoro.

  http://canadianviagras.com/

Il cast

Interpreti: Arianna Turci, Mauro Mozzani, Maxim Vertunni, Griseld Mezini, Laura Scaglioni, Graziella Trecordi - Regia: Andrea Canepari – Soggetto: Massimo Albasi, Gianni Cravedi, Luca Ponzi – Sceneggiatura: Luca Ponzi, Andrea Canepari – Dialoghi: Luca Ponzi - Produzione esecutiva per Cravedi Produzione Immagini: Gianni Cravedi, Massimo Albasi – Fotografia: Andrea Orlando - Aiuto Regia: Pasquale Mascia - Assistente Regia: Stefania Guardincerri – Montaggio: Andrea Canepari, Massimo Albasi, Gianni Cravedi - Assistente Fotografia: Simona Brambilla - Focus Puller: Maurilio Magni – Fonico: Claudio Grandi – Scenografia: Gisele Alejandra Gaido, Guido Lavelli – Trucco: Valentina Bisotti - Riprese drone: Davide Capra - Consulenza e ricerca location: Tommaso Ferrari - Consulenza agro-alimentare: Gabriele Canali – Macchinisti: Marco Piretto, Nadia Guglielmino – Figuranti: Stefano Canepari, Francesco Fontana, Walter Tadiello, Guido Bosticco, Manuela Cassola, Graziano Marafante, Gustavo Conni, Annamaria Belloni – Catering: Angela Terzoni – Location: Azienda Agricola Caminata San Sisto – Gragnano Trebbiense (Pc), Palazzo Vignola – Fiorenzuola d'Arda (Pc) - Foto storiche: Archivio Croce, Archivio Steriltom S.r.l., Archivio A.R.P. Soc. Agr. Coop - Foto di scena: Prospero Cravedi – Musiche: "American English” by the Canoes. - Musiche originali: Andrea Canepari

 

2 - Ritorno alle origini, la filiera del pomodoro – versione completa (durata 26 minuti)

Nel corso della stagione estiva sono state realizzate le riprese video e le interviste inerenti la parte agricola e industriale della lavorazione del pomodoro, partendo dalla semina e dalla raccolta nei campi, fino ad arrivare alla fase di trasformazione nelle industrie.

Le riprese nei campi sono state effettuate nell'arco di diverse settimane, per cercare di documentare le varie fasi, coinvolgendo i principali produttori piacentini, distribuiti su tutta la provincia (Gariga, Gragnano, Carpaneto, Fiorenzuola, Calendasco). Per la parte industriale riprese e interviste sono state girate negli stabilimenti Steriltom di Gragnano Trebbiense e A.R.P. di Gariga.

Sono intervenuti: On. Paola De Micheli – sottosegretario all’Economia; Prof. Gabriele Canali - Università Cattolica di Piacenza; Pier Luigi Ferrari - presidente OI Distretto del Pomodoro da Industria Nord Italia; Enrico Chiesa – Confagricoltura; Marco Crotti – Coldiretti; Filippo Arata – presidente Ainpo; Alessandro Squeri – Steriltom; Stefano Spelta – Arp; Silvio Ferrari - presidente di ATS EXPO per Piacenza.

Chi siamo

La CRAVEDI PRODUZIONE IMMAGINI è una società nata nel 1990 che si occupa della produzione di filmati video e servizi fotografici nel campo del giornalismo e della comunicazione in generale. E’ costituita da tre soci, Prospero Cravedi, storico fotografo di Piacenza e i due figli Gianni ed Ettore.

Tra i suoi clienti principali ci sono la RAI, alcune televisioni regionali e locali, diverse aziende private, varie università (Cattolica di Piacenza, Bocconi Milano, Università di Parma), teatri e associazioni di categoria. Negli ultimi anni si è specializzata nella comunicazione video su internet, realizzando diverse dirette streaming di eventi musicali, sportivi e convegni.

MASSIMO ALBASI, giovane videomaker piacentino, lavora nel settore delle riprese e del montaggio video, realizzando produzioni per televisioni private, aziende e associazioni.

ANDREA CANEPARI, regista ed autore, è laureato in Design alla Facoltà di Architettura del Politecnico di Milano, è stato allievo di Marco Bellocchio. Autore di numerosi documentari e cortometraggi istituzionali orientati alla valorizzazione e promozione della cultura e tradizione del territorio, nel 2005 ha realizzato il primo lungometraggio, il film documentario “Noi siam Nati chissà quando chissà dove”, premiato al Torino film festival. Aiuto regista sul film D.A.D di Marco Maccaferri, è stato impegnato per quindici anni su produzioni televisive di lunga serialità prodotte da Endemol per le reti Mediaset e per RSI. Ha curato la regia di convegni e ha lavorato come stage manager per eventi come Unicredit RunTuneUp. Docente della Scuola del Viaggio. Docente di videomaking e sceneggiatura in istituti di formazione professionale, insegna cinema come docente esterno nel programma formativo di laboratori di cinema presso scuole medie e superiori.

 


Piacenza - 2015